Iris, dolce siciliano...

L'Iris, è una preparazione tipica siciliana, riconosciuta e inserita nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani del ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali..
L'origine della ricetta è attribuita al pasticcere e cavaliere del lavoro palermitano, Antonio lo Verso, che nel 1901, in occasione della prima dell'opera, Iris di
Pietro Mascagni, diede questo nome sia alla sua pasticceria che ad un suo dolce che ebbe tanto successo, preparato con un panino, tipo rosetta, privato dalla crosta, farcito con crema di ricotta, impanato e fritto.
L'Iris catanese, per tradizione e probabilmente per distinzione, viene preparato con un ripieno di crema pasticcera sia bianca che al cacao.
Nel corso degli anni è stato modificato anche l'involucro, da rosetta, a panino al latte o brioche.
Esiste una ricetta di iris preparato con pasta lievitata farcita prima della cottura, ma non ricordo di avere mai mangiato o visto un vero iris fatto in questo modo.
Nei miei ricordi e nel consumo attuale esiste solo la versione che descrivo, che un tempo veniva preparata nelle friggitorie e pasticcerie come pezzo da colazione, da un po' di anni come dopo cena a tarda ora andando in giro per Catania e in versione mignon come dolce da consumare a fine pasto.
Si possono acquistare i panini al latte o le brioche già pronte per poi farcirli e friggerli, oppure fare tutto da sé come faccio io in questo modo...





Ingredienti per 10 Iris medi

1) Brioche 10 
(Clicca qui per ricetta)

2) Crema pasticcera bianca
con consistenza sostenuta
(Clicca qui per ricetta)

3) Crema pasticcera al cacao
con consistenza sostenuta
(Clicca qui per ricetta)

4) Crema di ricotta
(Clicca qui per ricetta)

5) Farina 00 g 500
6) Acqua circa ml 350
7) Pangrattato g 500
8) Olio di semi di arachide



Preparazione
Preparare le brioche anche il giorno prima.
Incidere nella parte inferiore delle brioche un tondino, toglierlo e svuotarle estraendo delicatamente la mollica interna.





Riempire le brioche con le creme e richiudere con il tondino tolto precedentemente.
Preparare la pastella unendo alla farina, mescolando poco per volta, meglio se con una frusta, tanta acqua quanto basta a formare un composto leggermente cremoso e intingergli gli iris.
Passare tutti gli iris nel pangrattato e compattarli bene con le mani.



Friggerli in abbondante olio bollente.

   

Consumarli freddi o tiepidi









































Stampa la Notizia Proponi suOkNotizie

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...